fbpx

10 esercizi che miglioreranno il tuo stile libero

Allenamento e tecnica
Scritto da: arena coaches at 12 Aprile '16 0
You are reading: 10 esercizi che miglioreranno il tuo stile libero

Nelle classifiche mondiali di ESPN (emittente televisiva statunitense che trasmette programmi dedicati unicamente allo sport) il nuoto è, in termini di difficoltà d’esecuzione, soltanto al 44° posto.

L’analisi in base ai parametri che determinano tale classifica (coordinazione, durabilità, flessibilità, forza, resistenza, velocità, agilità e attitudine analitica) evidenzia che, in termini di coordinazione, il nuoto sia secondo soltanto alla ginnastica artistica.

Coordinarsi significa mettere in atto lo schema motorio che il tuo cervello ha appena progettato.

Per far sì che il gesto tecnico sia efficace, occorre avere buone capacità di coordinazione e, per farlo, è necessario esercitarsi in ogni seduta.

A tale scopo proponiamo una serie di esercizi utili per migliorare le tue capacità tecniche, oggi ci dedichiamo allo stile libero:

1. Un braccio solo: fai una vasca a stile libero utilizzando soltanto un braccio e lasciando l’altro o steso lungo il fianco o dritto davanti alla testa.

2. Stile libero con gambe rana: ogni ciclo di bracciata (destro e sinistro), inserisci una gambata a rana effettuando la respirazione frontalmente al momento della calciata.

3. Pugni chiusi: nuota a stile libero tenendo i pugni chiusi (variante: partire a pugni chiusi e aprire un dito – a partire dal mignolo – ogni 2 bracciate)

4. Alternato: nuota a stile libero effettuando una pausa con la mano che entra in acqua fino a quando quella che segue non avrà raggiunto l’altra ed effettuare una pausa di 2’’ circa.

5. Remate ampie: nuota a mo’ di cagnolino facendo compiere al braccio l’intera fase di spinta, dall’alto alla coscia, effettuando il recupero del braccio sott’acqua.

6. Remate corte: ferma i gomiti ai fianchi ed effettua la spinta sott’acqua con il solo movimento dell’avambraccio che “oscilla” parallelo al corpo disegnando un semicerchio.

7. Remate dietro la testa: posizionati supino con i piedi in via di avanzamento ed esegui, con rotazione dei polsi, brevi e veloci movimenti oscillatori delle mani per spingerti verso l’altra parte della vasca.

8. Flessione del gomito: nella fase di recupero del braccio (fase esterna), enfatizza la flessione del gomito toccando l’ascella con la mano e restando fermo per circa 2’’.

9. Variazione di frequenza: nuota a stile libero eseguendo 3-4 bracciate veloci e 6-7 bracciate lente.

10. Rollio: nuota a stile libero alternato respirando continuamente da entrambe le parti ed effettuando una piccola pausa quando il corpo si trova su un fianco per respirare (massimo rollio intorno all’asse centrale del corpo).

Se quindi il nuoto è una disciplina sportiva a elevatissima componente tecnica, perché non esercitarsi a più non posso?

Author

Scritto da:

arena coaches

Swim coaches, trainers and experts will give you all kinds of tips for performing at your best in both training and races. Meet the coaches

UNISCITI ALLA NOSTRA COMMUNITY!

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle ultime novità, comunicazioni e offerte.

POTRESTI ESSERE INTERESSATO A

Ti piacerebbe avere un accesso speciale ai contenuti esclusivi arena?

UNISCITI ALLA NOSTRA COMMUNITY!

Iscriviti alla newsletter. Riceverai notizie in anteprima e promozioni esclusive dedicate agli iscritti.

wave