fbpx

Pullkick, la rivoluzione di arena

Allenamento e tecnica
Scritto da: arena coaches at 12 Novembre '15 0
You are reading: Pullkick, la rivoluzione di arena

Normalmente sei abituato a utilizzare strumenti d’allenamento che favoriscono l’allineamento del corpo, la stabilità e che permettono di lavorare concentrandoti su aspetti specifici come le gambe, le braccia e la parte superiore del corpo o la tecnica di nuotata.

Uno strumento ideale che ti permetterà di concentrarti solo sul lavoro delle gambe è la tavoletta. Questa ti dà la possibilità di migliorare il movimento delle gambe e la posizione in acqua, prima di poter integrare efficacemente quest’ultima con gli altri aspetti della bracciata.

Si sa, le serie a gambe sono viste come un lavoro impegnativo per il nuotatore, specialmente se amatoriale, questo perché molti principianti hanno problemi con la flessibilità della caviglia e il posizionamento del corpo necessario a produrre un’efficace gambata.

Se vuoi migliorare questo fondamentale, prova a inserire nei tuoi allenamenti alcune serie:

  • 4x (50m gambe veloci + 50m di recupero nuotato)
  • 2x (1x25m gambe veloci + 1x50m gambe #25m lenti+25m veloci + 1x75m gambe #25m lenti+25m medie+25m veloci) rec. 15” tra le ripetute

Se invece sei un nuotatore più esperto e cerchi qualcosa di rivoluzionario, arena ti mette a disposizione uno strumento innovativo.

La prima volta che l’ho visto è stato negli USA, ospite della squadra di nuoto della CAL University. Utilizzavano questa tavoletta ibrida per eseguire sia lavori di gambe che di braccia, passando velocemente da uno all’altro.

Quando ho scoperto che arena produceva questo strumento, ho chiesto loro di poterlo testare mettendo in pratica qualche esercizio che solitamente propongo ai miei atleti.

Lo strumento di cui vi sto parlando è il Pullkick. Il Pullkick è uno strumento ingegnoso 2-in-1 che combina il design del pullbuoy e quello della tavoletta, permettendoti di usarlo come uno o l’altro e passare rapidamente ad allenare prima le braccia e poi le gambe o viceversa.

Io l’ho utilizzato ed è stato davvero molto divertente, perché il Pullkick ti offre un’ottima galleggiabilità, specialmente in quei lavori che risulterebbero complicati senza.

Quindi ho indossato le pinne, soprattutto per aumentare la velocità e facilitare la nuotata e ho provato a fare questo lavoro:

  • 500m delfino con pinne alternando 50m con il Pullkick tra le gambe controllando soprattutto la bracciata e 50m con il Pullkick tenuto tra le mani, concentrandomi specialmente sulla gambata.

Nel caso invece volessi provare qualcosa in più, indossa lo Swim Snorkel. Tenendo la tavoletta tra le mani, lo Swim Snorkel ti permetterà di respirare quando hai bisogno senza sollevare la testa o facendo pause per respirare. A questo punto prova a eseguire questo lavoro:

  • 3×100m forti con Swim Snorkel a gambe controllando la frequenza della gambata, rest.30” + 1x300m forti con Swim Snorkel con il Pullkick tra le gambe controllando la presa dell’acqua con le braccia.

Ora che hai scoperto il Pullkick, continua a seguirci. Nei prossimi articoli ti sveleremo come utilizzare al meglio le pinne e lo Swim Snorkel per migliorare la tua tecnica.

————

Scopri tutta la gamma di accessori da allenamento arena!

Author

Scritto da:

arena coaches

Swim coaches, trainers and experts will give you all kinds of tips for performing at your best in both training and races. Meet the coaches

UNISCITI ALLA NOSTRA COMMUNITY!

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle ultime novità, comunicazioni e offerte.

POTRESTI ESSERE INTERESSATO A

Ti piacerebbe avere un accesso speciale ai contenuti esclusivi arena?

UNISCITI ALLA NOSTRA COMMUNITY!

Iscriviti alla newsletter. Riceverai notizie in anteprima e promozioni esclusive dedicate agli iscritti.

wave