Esiste il nuotatore vegano?

Fitness, Salute e Benessere
Scritto da: Manuele Trezzi at 3 Giugno '16 0
You are reading: Esiste il nuotatore vegano?

Vediamo insieme come conciliare uno stile di vita basato su cibi vegetali e la pratica sportiva.

Abbiamo già visto qualche suggerimento sull’alimentazione legata al nuoto, ma dedicata a nuotatori che potremmo definire “onnivori”. Tuttavia ogni giorno sempre più persone decidono di intraprendere uno stile di vita che non comprenda lo sfruttamento animale su diversi fronti, tra cui anche l’alimentazione, ovvero il veganismo.

Negli ultimi anni si è diffusa la convinzione per cui dalle proteine sembra dipendere in modo assoluto la prestazione sportiva. Da qui la classica domanda rivolta al vegano/vegetariano: “ma se non mangi carne dove le trovi le proteine?”.

Per comprendere la relazione tra prestazione e proteine bisogna capire che in generale nello sportivo, e soprattutto nel nuotatore, il carburante principale è dato dai carboidrati. E per quanto riguarda la carne per fortuna esistono diversi alimenti di origine vegetale che possono garantire l’apporto di proteine.

Come avrai ormai intuito, vegano o no, il nuotatore ha delle necessità ben precise: una dieta equilibrata composta principalmente da carboidrati e una moderata quantità di proteine e grassi. Quello che cambierà in un vegano sarà che i nutrienti saranno tutti di origine vegetale.

L’unica cosa a cui deve prestare particolare attenzione il nuotatore vegano è quello di variare il più possibile i vegetali assunti. Avendo meno opzioni per “riempire il piatto”, risulterà fondamentale variare, in modo da fornire al corpo anche tutti quei micronutrienti importanti come vitamine, minerali o aminoacidi. Gli aminoacidi sono i costituenti delle proteine, ne esistono 20 diversi di cui 11 sintetizzabili dal nostro corpo e 9 devono essere necessariamente assunti con l’alimentazione.

Uno dei vantaggi dell’alimentazione prettamente vegetale è sicuramente il miglioramento della digestione. Dato che il processo di digestione richiede molta energia, assumendo cibi meno “pesanti” con una dieta vegetale si avranno meno problemi.

Se hai deciso di seguire una dieta vegana, un trucco che puoi sfruttare è quello di abbinare alimenti come cereali o farina e legumi per arricchire il tuo pasto: il classico piatto di pasta e fagioli o un risotto con zucchine, giusto per fare due esempi semplici.

Piccola considerazione: scrivendo tutto questo non voglio assolutamente affermare che l’alimentazione vegana sia la soluzione per ottenere prestazioni sportive migliori, così come non affermo il contrario. Semplicemente vorrei far capire che si può essere vegani e fare sport tranquillamente. L’unico accorgimento è pianificare bene un programma alimentare variato e a questo proposito il mio consiglio è quello di consultare uno specialista in nutrizione.

In conclusione, se sei vegano non hai niente di cui preoccuparti, puoi nuotare tutte le vasche che vuoi senza nessun tipo di problemi!

—————

Lasciati ispirare dalla nostra collezione!

Author

Scritto da:

Manuele Trezzi

A top-class swimmer who still competes, he has taken part in and reached the finals of Italian championships, as well as winning lots of regional titles. A FIN swimming instructor and trainer, FIT fitness trainer for tennis, and a graduate in the Motor Sciences from Milan State University, he has been working all these fields since the beginning of 2013.

POTRESTI ESSERE INTERESSATO A