Il potere della mente

Allenamento e tecnica
Scritto da: arena coaches at 14 Maggio '15 0
You are reading: Il potere della mente

Per affrontare allenamenti duri e competizioni impegnative c’è bisogno del giusto set mentale. Allo stesso modo, sessioni tecniche richiedono un atteggiamento diligente e meticoloso. La forza per affrontare tutto questo risiede nella tua mente.

Il problema principale è che questa forza non è facilmente misurabile. Prendiamo il cuore, ad esempio. Le pulsazioni cardiache sono una risposta immediata all’azione che stai compiendo. La mente, invece, non funziona allo stesso modo. Per capire come reagirà in determinate situazioni è fondamentale sapersi conoscere.

Questo presuppone che tu esca dalla tua “zona di conforto” e ti metta in discussione, affrontando situazioni che percepisci come dissonanti.

Per far questo, ti diamo tre suggerimenti che potranno servirti a superare i momenti di difficoltà:

1. Analizza la tua programmazione.

Inizi alcune sessioni contro voglia? Ti rendi conto che il tuo atteggiamento in gara è negativo?  Prova a identificare una chiave mentale per superare tutto questo.  Cerca di affrontare questo stato adottando la politica dei “piccoli passi”, ponendoti obiettivi a breve scadenza e più realisticamente raggiungibili.

 2. Confrontati.

Parla, chiedi e interagisci con le persone che si allenano con te e con il tuo allenatore. Stare sulla difensiva nei momenti difficili non ti aiuterà a superare le difficoltà. Al contrario, capire dove e come poter migliorare ti darà la giusta spinta emotiva.

3. Mettiti alla prova.

Uscire dalla tua “zona di conforto” è l’unica strada che hai per poter testare l’efficacia dei tuoi allenamenti. Programma una gara, una prova tempo o un test che possano evidenziare i tuoi progressi o le tue eventuali lacune su cui poter lavorare.

Consolidare la tua forza mentale ti aiuterà a cambiare atteggiamento a seconda della situazione e ti permetterà, ad esempio, di migliorare la tua tecnica all’occorrenza o di trovare maggior forza nel momento in cui ne avrai bisogno.

Lo sapevi che il tuo cervello gioca un ruolo fondamentale anche nella percezione della fatica durante l’esercizio fisico?

La “Central Governor Theory”* afferma che il cervello utilizza un mix di conscio, sub-conscio e stimoli fisiologici per controllare i muscoli e fermarli prima che essi arrivino allo sfinimento. In altri termini, il cervello funzionerebbe da “pulsante di sicurezza” nel caso in cui il fisico andasse oltre i propri limiti.

Ma allora, come insegnare al cervello a riconoscere i tuoi limiti?

  • Prova ad usare regolarmente sessioni di “interval training”. Aiuteranno il tuo cervello a capire come le alte intensità vadano bene per il tuo corpo e ti permettano di sopportare meglio la fatica durante le sedute meno impegnative.
  • Prima di una gara, ricorda a te stesso le numerose e dure sessioni portate a termine con successo. Il feedback che arriverà al tuo cervello permetterà di ridurre la tensione pre-gara e la sensazione di fatica durante la gara stessa.
  • Usa soluzioni tecniche (come la musica) che trasferiscano input positivi al tuo cervello, riducendo la percezione della fatica e associandola a sensazioni “positive”.

Infine ricorda la cosa più importante: il segreto per il successo è già dentro di te, nella tua mente. Cosa aspetti a trovarlo?

*RIFERIMENTI E NOTE:
Per saperne di più sulla “Central Governor Theory”: http://sportsscientists.com/2011/03/the-central-governor-and-the-athletes-clock-pacing-and-performance/   

—————

Lasciati ispirare dalla nostra collezione!

Author

Scritto da:

arena coaches

Swim coaches, trainers and experts will give you all kinds of tips for performing at your best in both training and races. Meet the coaches

POTRESTI ESSERE INTERESSATO A