Vuoi essere un surfista migliore? Corri a nuotare!

Allenamento e tecnica
Scritto da: Nico Gil at 24 Settembre '15 0
You are reading: Vuoi essere un surfista migliore? Corri a nuotare!

Inizierò questo articolo essendo il più sincero possibile e confessandoti che, in verità, il modo migliore per diventare un buon surfista è semplicemente…fare molto surf. In termini di allenamento questo si definisce principio della “specificità”. Ma, in modo altrettanto sincero, dobbiamo mettere in chiaro che, anche se vivi sulla miglior spiaggia per surfisti del mondo, o viaggi di continuo alla spasmodica ricerca di adrenalina, o sei un professionista con grandi mezzi a disposizione, ti capiterà comunque di trovarti in situazioni in cui le onde buone sono scarse o totalmente assenti. Senza contare il resto dei comuni mortali che vive a chilometri di distanza dalla costa ed è costretto ad affrontare inverni gelidi e lunghi!

Ed è proprio in questi casi che devi trovare uno sport o un’attività alternativa che ti permetta di rimanere in forma, allenarti in tutta sicurezza e sfruttare al meglio le occasioni in cui avrai la possibilità di uscire in mare.

Questa attività è per eccellenza il nuoto.

Ti spiego perché:

1. Il tuo elemento è l’acqua…

Dunque il “nuotare” sarà sempre un’attività più efficace e “specifica” rispetto a correre o ad andare in bicicletta per migliorare o mantenere allenati i due sistemi energetici necessari alla pratica del surf: quello aerobico e quello anaerobico.

2. Lo stile libero

In termini di biomeccanica, lo stile libero è il movimento più affine alla remata nel surf ed è quindi un’ottima opzione per migliorarne l’efficienza.

3. Più divertimento!

Un buon livello di nuoto ti permetterà di sviluppare maggiore resistenza muscolare nelle braccia e nel tronco, così che ti stancherai meno facilmente e potrai prendere molte più onde e sfruttare al massimo ogni uscita in mare.

4. Il rendimento

L’allenamento a nuoto migliorerà le tue capacità di far arrivare ossigeno ai muscoli, consentendoti di raggiungere l’onda che hai scelto prima dei tuoi avversari, di mantenere un buon livello di forza e potenza durante le manovre e di recuperare più facilmente fra un’onda e l’altra.

5. Dominare il mezzo

il tuo livello di fitness in acqua sarà determinante per prevenire tutte quelle situazioni che mettono a rischio la tua sicurezza, come ad esempio un wipeout prolungato, perdere la tavola o imbattersi in una corrente imprevista.

Ti spiego dove:

– In piscina: di fatto la migliore opzione per portare a termine una lezione di nuoto o una sessione di allenamento. In piscina troverai sempre le stesse condizioni: acqua calma e trasparente e temperatura ottimale.

– In acque libere: laghi, fiumi, mare, oceano…tutti scenari soggetti a condizioni variabili, una sfida stimolante. Qui potrai trovare gli stessi elementi di quando esci con il surf: corrente, onde, vento, dunque le acque libere rappresentano un ambiente molto interessante per allenarsi in condizioni più realistiche legate allo sport che pratichi.

—————

Lasciati ispirare dalla nostra collezione!

Author

Scritto da:

Nico Gil

Nico Gil has lived and breathed sports ever since he was a child. Chosen to represent his country Argentina in international swimming and water polo competitions, he finished his career as a professional athlete in Europe. Today he is a renowned High Performance personal trainer. His career as an athlete, coupled with complex ongoing training and experience acquired over the years, has enabled him to develop his own cutting-edge training systems geared to different branches of physical activity: Health and Sports Performance. Today, Nico manages a sports centre in Tenerife and coaches world class swimmers, triathletes and surfers.

POTRESTI ESSERE INTERESSATO A