fbpx

Non è mai troppo tardi! Imparare a nuotare da adulti

Fitness, Salute e Benessere
Scritto da: Antonio Loglisci at 26 Febbraio '14 0
You are reading: Non è mai troppo tardi! Imparare a nuotare da adulti

Tutto è cominciato davanti allo specchio. Avevo circa 27 anni, ero una persona fuori forma e non facevo attività fisica. Fino a quel momento non ero consapevole di quanto il mio stile di vita mi avesse fatto male, anche perché i cambiamenti fisici sono talmente lenti a verificarsi, che prima di diventare visibili riescono a fare parecchi danni. Ebbene quel giorno, lo ricordo bene, tutto accadde in maniera molto naturale. Mi trovavo in un negozio di vestiti per comprare un nuovo paio di pantaloni, l’ennesimo dell’ultimo periodo. Nel camerino ne stavo provando un paio ahimè troppo stretti per me. Mi guardai allo specchio per osservare come mi stessero. Vidi un tipo sgraziato e panciuto, alle prese con un indumento troppo piccolo per andargli bene. Mi venne una fitta allo stomaco. Era la prima volta che mi accorgevo della trasformazione del mio corpo. Quasi in automatico il mio cervello mandò in onda la registrazione delle parole ascoltate qualche giorno prima durante una visita medica: “Loglisci… accetti un consiglio da amico prima che da medico: lei dovrebbe fare un po’ di sport. Vada in piscina che le fa bene”. Fu un uno-due micidiale che mi fece barcollare, quasi finire al tappeto, ma non caddi. Anzi riuscii a raddrizzarmi assumendo un’inattesa posizione a schiena dritta. Tornai sull’immagine riflessa allo specchio, mi guardai dritto negli occhi e dissi a me stesso due parole semplici ma importanti: “Ora basta”.

Il primo anno di corso fu un’autentica tortura, sia psicologica che fisica. I giorni in cui avevo lezione li vivevo con angoscia fin dalle prime ore del mattino. Il solo pensiero di dovermi immergere e dimenare in acqua per 30 minuti, con la puzza di cloro nel naso, l’acqua in bocca, il fiato grosso e un cuore tamburellante ai limiti dell’infarto, mi spaventava da morire. Eppure mi bastava ricordare quelle due paroline pronunciate a me stesso davanti allo specchio per ritrovare coraggio. “Ora basta” mi ero detto, e infatti non potevo più tornare indietro. “Ora basta” era ciò che ripetevo a me stesso, soprattutto quando nel bel mezzo di una vasca, nuotata aggrappato a una tavoletta similmente a quanto farebbe un naufrago in mare, nelle mie orecchie sentivo una voce urlare frasi del tipo: “Ma chi te lo fa fare? La pancetta non è poi così male… e pensare che tanta gente non fa sport e campa benissimo!”. Così facendo sono riuscito a superare la fase più critica dei primi mesi, poi a iscrivermi al secondo anno, quindi ad arrivare abbastanza lontano da notare i primi benefici fisici. A quel punto si è innescato un ciclo virtuoso di impegno e ritorno alla salute, che è sfociato dapprima in un’autentica passione per il nuoto, in un secondo tempo nel desiderio di migliorare e competere. A 31 anni sono approdato alle gare.

Oggi di anni ne ho 40, da dieci pratico nuoto agonistico a livello Master e da tre partecipo anche a gare di Triathlon. Ho raggiunto uno stato di forma definibile atletico. Mi sento fisicamente forte e mentalmente pronto ad affrontare qualsiasi sfida, anche nella vita quotidiana. Da quando ho raggiunto la consapevolezza di quanto mi è successo ho cominciato a raccontarlo agli altri, dapprima scrivendolo su un blog, poi raccogliendo tutte le mie esperienze nel libro intitolato “Come ho imparato a nuotare da grande – ritrovando salute e forma fisica”, disponibile su Amazon. Quello che mi è capitato non è raro, è frequentissimo. Per questo continuo raccontarlo agli altri. Da un lato amo condivider le mie esperienze con chi ha avuto una storia simile alla mia per appagarlo con l’effetto “rispecchiamento”. Dall’altro mi piace dare una testimonianza concreta a chi ancora non ha iniziato a fare sport, nonostante non passi giorno in cui la sua coscienza gli dica: “Ehi amico, non c’è più tempo da perdere”.

Ebbene, se dovessi dare un consiglio, uno solo a chi ancora non ha cominciato a fare sport, non avrei dubbi su cosa dirgli: “…se ce l’ho fatta io, chiunque può riuscirci”.

Author

Scritto da:

Antonio Loglisci

Antonio Loglisci was born in Milan (Italy) on 27 March, 1973. He did virtually no physical activity at all until he was 27, then he learned to swim, regained his health and physical form and became an athlete. He is currently in his tenth year of competitive activity in the Master category (FIN) and his third in the Triathlon category (FITRI). His most exciting race was at the 2012 Master Swimming Championships in Riccione. He is the author of the book “Come ho imparato a nuotare da grande” (How I learned to swim as an adult), distributed by Amazon.

UNISCITI ALLA NOSTRA COMMUNITY!

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle ultime novità, comunicazioni e offerte.

POTRESTI ESSERE INTERESSATO A

Ti piacerebbe avere un accesso speciale ai contenuti esclusivi arena?

UNISCITI ALLA NOSTRA COMMUNITY!

Iscriviti alla newsletter. Riceverai notizie in anteprima e promozioni esclusive dedicate agli iscritti.

wave