Team Arena Swim Your Best. La giornata tipo di “Quelli che aspettano i Criteria15…”, Martina Rossi.

Swim your best
Scritto da: Arena at 18 Marzo '15 0
You are reading: Team Arena Swim Your Best. La giornata tipo di “Quelli che aspettano i Criteria15…”, Martina Rossi.

“Marti, marti!”: la giornata di Martina Rossi inizia così, alle 5,30, col richiamo della mamma. Per la giovane nuotatrice di Colleferro (Roma), bronzo agli ultimi Assoluti Invernali nei 200m dorso, nessuna esitazione: pochi secondi ed è subito in piedi per una giornata intensa tra piscina e scuola. Basta mezz’ora per fare colazione: un toast e uno yogurt al volo, pochi minuti per preparare borsone e zaino e alle sei è già piscina, per due ore di allenamento. La campanella a scuola suona alle 8, “ma godo del permesso di arrivare in ritardo di mezz’ora”. Alle 14 il pranzo, a casa, con mamma e sorella: “Pasta e spremuta, per fare il carico di energia. Anche perché a quell’ora avrei un unico desiderio: dormire!”. Invece tocca tornare in piscina: “Almeno con l’acqua fredda mi ripiglio”, se la ride. Dorso e farfalla fino alle 17, poi, all’uscita, mette subito qualcosa sotto i denti: “Pizza, se voglio viziarmi, oppure latte e cacao”. Finito di riempire lo stomaco, è ora di studiare: “Mi piace studiare? Mmm… dipende: matematica e italiano sì, storia e scienze non le digerisco”. Due ore sui libri, poi il passatempo quotidiano: la registrazione di “Uomini e Donne”: “Mi distraggo, soprattutto nei momenti di maggior tensione, nei giorni precedenti le gare importanti, come questi. E quando ho un po’ di ansia, devo stare da sola, senza nessuno attorno, altrimenti divento pericolosa!”. Alle 20 spaccate la cena, con carne, verdura e frutta e la famiglia riunita attorno alla tavola. Infine, un po’ di relax: “Un bel film, oppure al telefono con le amiche o al computer, ma non per tanto, perché l’ora di andare a letto arriva presto”.

Author

Scritto da:

Arena

POTRESTI ESSERE INTERESSATO A