fbpx

Piscina all’aperto: tutti i consigli per l’allenamento estivo

Allenamento e tecnica
Scritto da: arena coaches at 14 Agosto '18 0
You are reading: Piscina all’aperto: tutti i consigli per l’allenamento estivo

Andiamo a scoprire come orientarsi e quali differenze ci sono tra l’allenarsi all’aperto d’estate rispetto al chiuso dell’inverno.

Tre, due, uno…è già estate! Stupendo! Sole, caldo e… ma dove vado a nuotare?!

Per i più fortunati, cioè tutti i nuotatori che vivono lungo le coste, la scelta è quasi scontata: nuoto in acque libere. Ma per chi vive nelle grandi città e vuole godersi il sole estivo? La soluzione migliore è la piscina all’aperto. Non c’è niente di più bello che una nuotata di prima mattina col riverbero del sole che illumina la vasca o in pieno pomeriggio quando il caldo attanaglia la città.

Certo, le differenze sono parecchie rispetto al nuotare al chiuso. Andiamo a scoprire come orientarsi e quali differenze ci sono tra l’allenarsi all’aperto d’estate rispetto al chiuso dell’inverno.

La prima differenza è la temperatura dell’acqua. Solitamente questa dovrebbe aggirarsi sempre attorno ai 26/27 gradi C°, ma trovare piscine all’aperto riscaldate anche in estate è difficile. Chiaramente la temperatura varia anche a seconda del clima esterno.

La temperatura dell’aria è infatti la seconda differenza. Come abbiamo visto, questa influenza in maniera significativa la temperatura dell’acqua. Se è troppo fredda, può condizionare sia la tua capacità di nuotata che la tua capacità cardio-respiratoria, rendendo l’allenamento molto più complicato. Le basse temperature, però, possono avere anche diversi benefici:

  • permette di bruciare più calorie perché il corpo deve lavorare di più a causa del freddo;
  • consente una migliore circolazione sanguigna. Infatti l’esposizione in acqua fredda, indirizza il flusso del sangue agli organi vitali e lo costringe a circolare più efficacemente;
  • massimizza la capacità di respirazione perché l’acqua fredda obbliga a respirare più in profondità. Questo apre i polmoni e aiuta a trasportare una maggiore quantità di ossigeno.

Consiglio: ci sono pro e contro nel nuotare al freddo (inteso come temperatura dell’acqua e dell’aria). Se soffri il freddo, procurati una muta sottile e smanicata che ti consenta di goderti la nuotata anche a temperature più rigide.

Una terza differenza riguarda il materiale che viene utilizzato per nuotare in vasche all’aperto, in particolar modo gli occhialini. Il sole, la diversa luce e il riflesso sull’acqua sono tutti elementi che possono disturbare il nuotatore e provocare danni, più o meno seri, se l’esposizione dura per diverso tempo. In questa situazione è necessario procurarsi degli occhialini ad hoc per il nuoto all’aperto.

Consiglio: arena ha in gamma diversi occhialini che potrebbero fare al caso tuo. Gli occhialini con lenti specchiate o polarizzate sono ideali per nuotare all’aperto!

Infine il principale consiglio è quello di fare maggiore attenzione alla pelle, ricordando che la troppa esposizione al sole può provocare danni. Quindi, anche se per una semplice nuotata, ricorda di proteggerti, prima di dover rinunciare al piacere della vasca estiva per spiacevoli bruciature.

Author

Scritto da:

arena coaches

Swim coaches, trainers and experts will give you all kinds of tips for performing at your best in both training and races. Meet the coaches

UNISCITI ALLA NOSTRA COMMUNITY!

Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle ultime novità, comunicazioni e offerte.

POTRESTI ESSERE INTERESSATO A

Ti piacerebbe avere un accesso speciale ai contenuti esclusivi arena?

UNISCITI ALLA NOSTRA COMMUNITY!

Iscriviti alla newsletter. Riceverai notizie in anteprima e promozioni esclusive dedicate agli iscritti.

wave